La pianista svizzera di origine russa Polina Ushakova ha tenuto recital in prestigiose location come Gasteig a Monaco, Carnegie Hall a New York, Musiikkitalo a Helsinki e Salle Cortot a Parigi. 

Ha fatto il suo debutto come solista all'età di 10 anni al Concert Hall presso la Filarmonica di Rostropovich in Russia. Nel 2013 la sua interpretazione del Concerto di Liszt in mi bemolle maggiore sotto la direzione di Ari Rasilainen con la Basel Symphony Orchestra è stata valutata dalla critica come una prestazione straordinaria. Nel 2017, è stata invitata ad aprire il New York Piano Festival presso il DiMenna Center, eseguendo il Concerto in re minore di Bach diretto da Guerguan Tsenov. Negli ultimi otto anni ha tenuto numerosi concerti da solista e da camera ed è stata invitata in vari festival negli Stati Uniti, in Russia, Finlandia, Germania, Italia, Francia e Svizzera.

 

 

                                                        

                               Polina ha vinto una notevole quantità di competizioni musicali. I suoi successi                                                  includono il Grand Prize della Val Tidone Piano Competition (IT), il Suisse concours                                          national du jura (CH), Münchner Klavierpodium Wettbewerb (DE), secondo premio del Karl                             Heinz Kämmerling award dal Grotrian Steinweg Wettbewerb (DE), V Krystian Tkaczewski                               International Piano Competition (PL) e Nicati-de-Luze Competition (CH). Ha vinto i primi premi                     al Kiefer Hablitzel Music Competition (CH), Adilia Alieva Concours International Musical                                   Annemasse Genève (FR/CH),  Belgrad Piano Competition (RS), New Century Talents Competition                  (RU), oltre a Fritz Gerber Award (CH) e Clavarte Foundation Award (DE).

             Ha vinto due premi alla New York Piano Competition (USA), vincendo il Virtuoso Award

           e il primo premio.

 

Polina ha conseguito il master con lode presso l'Accademia di musica di Basilea e

il Conservatorio della Svizzera italiana, dopo aver studiato

all'École Normale de Musique de Paris "Alfred Cortot" in Francia,

all'Accademia Sibelius in Finlandia e alla Hochschule der Künste Freiburg, in Germania.

Ha studiato con Nataly Fish, Matti Raekallio, Vitaly Berson,

Adrian Oetiker, Vovka Ashkenazy e Marian Rybicki.

«Interpretazione pianistica perfetta e il suono trasmette tutto lo spettro dei colori. È il risultato di un raro fenomeno di percezione -sinestesia che fa associare ogni suono ad un colore....»

– Homero Francesch, pianist

«Pura chiarezza, eleganza, esecuzione brillante.»

– Marcus Vitolo, critico musicale

«Leggerissima. Polina Ushakova offre subito un’impressione di grande leggerezza e fragilità. Eppure si tratta di una delle più promettenti e volitive virtuose della sua generazione.»

– Ufficio stampa, Palermo Classica 

empty
IMG_9795_s
6V1B3530_edited
73475118_10218984479818393_187205869107150848_n
IMG_0471_s
IMG_3318_s
P85_3362
0-02-05-e94a96b1f478116807eb261c7b09925360060395d6c26920e8c1235dd6847ecf_1c6d92cb6b3b2f
0-02-04-ca30f6283952bfedf9882c0b1ec33e366817b762bfe80a79731996e26531f181_1c6d9323240150
032E1F24-834D-4513-A664-34D8204FD28B
P85_3350
IMG_5681_edited
Bildschirmfoto 2018-12-14 um 14.06_edited
0-02-04-8ac46761e8bffe3d6ed5a1d95c14d65424d98870b3a2577604e4775d38fbb929_1c6d93232401c7
HV9A1275
small
Unknown-2_edited_edited_edited.png